1 5

Storie: "Non potevo più stare insieme a lui"

"Ci sono voluti tre anni e tanti ripensamenti. Mi imponevo di stare bene con lui, di amarlo e tutt'ora non so per quale motivo lo facessi"

Vuoi vedere la tua storia d'amore pubblicata su Gp? Scrivicella a questa mail: girlpower@banzai.it

Eccomi qui, come tante ragazze e ragazzi a scrivere e a parlare della proprio storia... Tutto iniziò tre anni fa quando io avevo 16 anni, ero una ragazza timida, moltissimo, carina, ma con pochissima considerazione di me stessa, delle mie capacità e della mia bellezza. Ora che ci ripenso e mi volto indietro a guardare ero una ragazzina impaurita, che non era mai stata considerata da nessuno, ero sola!

Tutto nacque velocemente dal primo momento che parlai con lui...più grande di me di 5 anni...mi piacque subito...il mio primo bacio fu con lui, anche se per molto tempo mi sono vergognata a dirglielo. Tutto iniziò stupendamente tra di noi, ogni giorno era un'emozione nuova, un'esperienza nuova....quanti ricordi...fino a quando dopo circa un'anno e mezzo passato veramente bene, mi sono sentita triste e nn più felice...ho capito che c'era qualcosa che non andava...gliene parlo ma lui sembra non capire, lo vedo stare male, e penso di essere una cosidetta "stronza" e metto da parte la mia infelicità, continuo a stare insieme a lui, ma giorno dopo giorno sentivo dentro di me qualcosa che cambiava, che si spegneva!


LEGGI TUTTE LE STORIE PUBBLICATE SU GP!


In un anno e mezzo ero cambiata tantissimo non ero più timida, anzi molto molto estroversa e schietta...studiosa molto, mi piaceva affrontare qualsiasi argomento con lui...ma vedevo che dall'altra parte non c'era nulla...due poli opposti...io pensavo una cosa lui un'altra...inizio a capire che accanto a me voglio una persona acculturata, con cui parlare, una persona che sappia tenere testa nei discorsi, che li sappia affrontare...ma lui, non era niente di tutto ciò...non gli interessava assolutamente niente di politica, di arte, di letteratura...gli bastava parlare delle sue moto e delle sue macchine!

Ho cercato in tutti i modi di accettare le cose che non andavano...finchè arrivò un'altra crisi, gliene parlai di nuovo, ma lui nn capì, non capì quanto ci tenevo a lui e che volevo recupare la nostra storia. La sentivo scivolare sotto le dita, stavo male, perchè non riuscivo più ad essere felice! Poco prima di festeggiare due anni di fidanzamento...sono uscita con degli amici, ho bevuto, mi sono ubriacata...e ho baciato un altro ragazzo!


LEGGI ANCHE: I peggiori modi di lasciare


Il giorno dopo, mi sono sentita uno schifo, l'ho chiamato piangendo dicendogli che nn ce la facevo più a stare in quella situazione, che stavo male...che mi ero resa conto che non c'era più amore, che non lo amavo più! Siamo stati tre giorni a parlare e a piangere insieme...gli dico che non voglio più sentirlo che voglio stare sola e che tutto è finito! Passo una settimana da schifo...perdo 7 chili, inizio a non mangiare...il cibo era l'unica cosa con cui potevo punirmi per quello che avevo fatto. Inizia un periodo buio per me, ragazza ormai solare, sempre con il sorriso stampato sulla faccia, con sani principi...proprio all'inizio del 5° anno scolastico.

Inizio a non parlare più con i miei genitori, con i quali ho sempre avuto buoni rapporti e ringraziando Dio ancora adesso, i voti calano, non studio più mi addormento sui libri, piango senza motivo...fino a quando in un fine settimana da sola con la mia migliore amica, mi apro e le confesso che mi manca, che sento la sua mancanza che voglio tornare con lui perchè la mia vita non ha senso! Beh non ci crederete sono tornata insieme a lui...siamo stati insieme un altro anno...ormai della ragazzina 16enne non c'è assolutamente più nulla...mi sento bella, so quanto valgo, so quello che voglio...tutto sembra riprende alla grande, la scuola, con i miei genitori, riprendo a mangiare.


LEGGI ANCHE: Perchè ci piacciono i cattivi ragazzi?


Passano 5 mesi e ricominciano i miei pensieri..."ma è la persona giusta per me, ma cosa sto facendo"...cerco di scacciarli in tutti i modi...in poche parole mi imponevo di stare bene con lui, di amarlo e tutt'ora non so per quale motivo lo facessi. Arriva l'estate tanto desiderata dopo un anno difficile e impegnativo con tanti pensieri, tra cui anche la scelta universitaria...parto per la Sardegna...e la lontanaza mi ha fatto capire che veramente ora non c'era più niente...non sentivo assolutamente niente per lui.



Torno a casa dopo una vacanza indimenticabile...parlo con lui. "Io sto insieme a te da quando avevo 16 anni ora ne ho quasi 20...non rimpiango niente di tutto quello che abbiamo vissuto insieme, ma ora so che non sei la persona giusta per me, siamo troppo diversi, io ho provato ad accettare la diversità a trovare una via di mezzo tra me e te, ma tu non mi hai mai aiutata...non mi hai aiutato a rialzarmi nei momenti in cui cadevo, sono cresciuta da sola, credendo in un amore che non c'era...tu sei felice con poco, io purtroppo sono ambiziosa punto in alto...e proprio a 20 anni non voglio accontentarmi...anche se il tuo amore era vero a me non basta più...ti ho amato veramente, se sono così ora è anche grazie a te. Ma è finita!"

 

LEGGI ANCHE: 10 uomini con cui non dovreste uscire


Si è chiusa la parte più importante della mia vita, e ora sto benissimo ho ritrovato l'equilibrio e la serenità...credo di essermi anche innamorata di nuovo...una sensazione che non provavo da tanto tempo, e ora sono tornata a sognare ad occhi aperti! Lui non lo sento più...ho saputo che ha sparlato di me e della nostra storia in giro, vantandosi dei suoi tradimenti...tutto questo mi fa pensare che la mia scelta è stata giusta e corretta...sono sempre stata leale con lui, ho sempre detto quello che pensavo e ora ho la conferma che per lui non è stato così...

gpt native-bottom-foglia-amore
gpt inread-amore-0
gpt skin_mobile-amore-0