gpt strip1_generica-moda
gpt strip1_gpt-moda-0
gpt skin_web-moda-0
1 5

Blush: la guida pratica

/pictures/2016/11/09/blush-la-guida-pratica-2212340481[1000]x[418]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-moda

Il blush è uno dei prodotti di make up che più amiamo, ma anche uno dei più difficili da usare. Ecco tutto quello che devi sapere sul fard: forme, colorazioni e tutti i segreti per scegliere il blush più adatto a te

Fard: tutto quello che devi sapere

Quando vogliamo dare luce al viso, quando vogliamo mettere in risalto gli zigomi e le guance o quando vogliamo scolpire il viso con il trucco, non possiamo fare a meno del fard. Disponibile in moltissime colorazioni e forme, il fard - anche chiamato blush - è uno dei prodotti più importanti nel make up, ma anche uno dei più difficili da utilizzare: se si esagera con il fard, infatti, si rischia di cadere nell'effetto "maschera di carnevale", se, al contrario, il fard si applica con mano troppo leggera, rischia di passare del tutto inosservato, se si sbaglia tonalità, poi, si rischia, con un solo gesto, di rovinare tutto il make up. Ecco allora una guida pratica all'uso del fard che non potete perdere:

Il fard, le origini

Il fard, tuttora fondamentale nel make up di ogni ragazza, ha in realtà origini molto antiche. Secondo alcuni studi, infatti, questo prodotto di cosmetica venne inventato e usato per la prima volta dagli Egizi, che erano abili creatori di fard in polvere e di fard compatti. Poi, dall'Egitto, il fard è arrivato in Grecia, in Inghilterra, fino a conquistare le donne di tutto il mondo e a svilupparsi in tante forme ed in infinite nuance.

Tipi di fard

Il fard si presenta in varie forme, dando modo ad ogni ragazza di scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, alla propria pelle e al tipo di trucco che si vuole realizzare. Il più diffuso è il fard in polvere, che si applica semplicemente con l'aiuto di un pennello, che dona immediatamente colore e luce alle gote e che dura a lungo (sempre in base alla qualità del fard acquistato). Questo tipo di fard è solitamente sconsigliato a chi ha la pelle secca. Sempre più diffuso è anche il fard in crema, un tipo di fard fluido e molto più luminoso di quello in polvere, da applicare con il dito o con una spugnetta specifica. Il fard in crema (o in gel) è spesso sconsigliato alle ragazze con la pelle grassa, poiché rischia di accentuare l'effetto lucido sulla zona "T". Esiste, poi, il fard in stick, simile a quello in crema ma disponibile nella tascabile forma a stick o roll-on, comodissima da tenere sempre in borsa per ritoccare il make up in qualunque momento. Meno diffusi, invece, sono il fard in mousse e il fard liquido spesso utilizzati solo dai make up artist di alto livello, perchè molto più difficili da modulare sul viso.

Fard come si usa

Il fard va applicato solo dopo aver realizzato una base omogenea e compatta con primer, fondotinta e cipria. In base al tipo di fard scelto (in polvere, in crema, in stick, etc.) l'applicazione dovrà avvenire in modo diverso. Esistono, però, dei segreti per mettere il fard che valgono per tutti i tipi di blush e per tutti i tipi di pelle e di viso. Il primo è il sorriso. Ebbene sì: davanti allo specchio, prima di procedere all'applicazione del fard, fate un bel sorriso e, nel punto in cui la guancia si alza, applicate il vostro blush. Se, invece, con il fard volete evidenziare gli zigomi, fate la classica espressione a pesciolino e applicate il fard lì dove si scolpisce il viso.

Come mettere il fard in polvere

Nel caso del fard in polvere, ad esempio, sarà necessario avere un pennello grande, specifico per fard, da tenere con cura e pulire regolarmente. Mettendo il pennello da fard nella polvere, senza premere troppo, si andrà a prendere la quantità di prodotto giusta per realizzare un make up equilibrato e luminoso. Il fard va poi sfumato in maniera attenta.

Come mettere il fard in crema

Nel caso di fard in crema - come già accennato sopra - si potrà acquistare una spugnetta tonda, ovale o a forma di nocciolina (sempre più facilmente reperibile nei negozi di cosmetica e online), con la quale prendere il prodotto cremoso da tamponare nella zona della guancia o dello zigomo, oppure si potrà procedere direttamente con il dito. Per il fard in stick, che comunque si presenta in una texture cremosa, la questione è differente, poiché l'applicatore è già compreso nel prodotto: basterà passare più di una volta lo stick sulla gota, fino ad ottenere l'effetto desiderato.

Fard come scegliere il colore

Come sapete bene, nei negozi di cosmetica e nelle profumerie esistono fard di ogni tipo, di ogni colorazione, di ogni sfumatura e, sebbene questo sia un grande vantaggio, poiché permette ad ogni ragazza di trovare il colore di fard più adatto alla propria carnagione, può anche generare confusione, ci può far sentire spaesate, fino a farci desistere. Esistono delle linee guida, però, che possono aiutarci a trovare in poco tempo il colore di fard adatto a noi. È importante ricordare che il fard deve completare e illuminare l'effetto naturale del nostro viso e mai realizzare il cosiddetto effetto maschera, per questo, per scegliere il colore del blush bisogna sempre partire dalla propria carnagione.

Se avete la carnagione molto chiara, optare per un fard rosato o aranciato, se la vostra carnagione è media, scegliete un fard rosa scuro o sui toni del marrone chiaro, se avete una carnagione molto scura, il colore di fard ideale è il prugna o il marrone scuro, se invece avete una pelle olivastra e abbronzata è il bronzo, con tutte le sue sfumature, il tono ideale.

Come applicare il fard su un viso rotondo

Il modo di applicare il fard cambia anche a seconda della forma del viso. Su un viso tondo, ad esempio, il fard andrà applicato al centro della guancia, andando verso l'esterno, in modo da scolpire il viso, senza risaltare troppo la guancia tonda.

Come applicare il fard su un viso ovale

Su un viso ovale, il fard andrebbe sempre messo con la tecnica del sorriso, andandolo ad applicare con dei movimenti circolari dagli zigomi alle tempie.

Come mettere il fard viso lungo

Se il viso è lungo, il fard va applicato in modo orizzontale dalle guance alle orecchie e mai in modo obliquo. La linea orizzontale di blush, infatti, donerà un effetto ottico più pieno e meno allungato ad ogni viso.

Fard fai da te

Se avete voglia di sperimentare, se ancora non siete riuscite a trovare un fard che vi soddisfa nelle profumerie (nonostante ci sia davvero l'imbarazzo della scelta), potete sempre provare a realizzare un fard fai da te. Come? Ciò che vi occorre sono amido di mais e coloranti alimentari. Mettete questi due prodotti in un contenitore e mischiate, dopodiché riponete il composto in polvere ottenuto in una scatolina ermetica. Il vostro fard fatto in casa sarà pronto per essere utilizzato. Che ve ne pare?

 

gpt native-bottom-foglia-moda
gpt inread-moda-0
gpt skin_mobile-moda-0