1 5

Il sudore è un incubo? Tutti i rimedi

Il timore del tipico alone sotto l'ascella, complice il caldo, è diventato il vostro incubo numero uno? Placate le ansie e seguite i nostri semplici e utili consigli

Le città (ma anche le campagne) si arroventano, le temperature superano sistematicamente i 30 gradi e il tasso di umidità è altrettanto proibitivo. Tutti questi elementi si traducono automaticamente in:
-impossibilità di portare i capelli lunghi sciolti, e obbligo di raccoglierli in maniera oscena;
-impossibilità di indossare scarpe chiuse (solo per i più coraggiosi);
-estremo disagio per chi si arrischia ad indossare i jeans;
-make up dal tipico effetto "maschera di cera semisciolta";
-la temibile ascella pezzata.

Ok non drammatizziamo: sono tutti problemi a cui possiamo ovviare in maniera molto semplice. Raccogliendo i capelli in maniera decente prima di uscire, indossando abiti freschi e leggeri, e usando il minimo indispensabile di make up.

Quando il sudore diventa un incubo
L'unica minaccia perennemente in agguato invece è solo una: l'antiestetico e improponibile alone di sudore sotto le ascelle. Riesce a salvarsi solo chi lavora in un posto adeguatamente provvisto di aria condizionata. Ma anche in questo caso: basta uscire per 10 minuti dall'ufficio per una commissione, e il gioco è fatto!


LEGGI: Prodotti beauty con protezione solare


Ma il problema non è solo il caldo. Se ti capita di sudare in maniera orrenda anche solo per un momento di nervosismo o di ansia, niente paura: non sei l'unica. Anzi: le persone per cui il sudore rappresenta un vero problema sono veramente tante, più di quante si possa immaginare. Fronte imperlata, magliette con alone sotto l'ascella, mani sudaticce, sono problemi diffusissimi

Una lotta senza quartiere?
Tanto per cominciare mettiamo in chiaro che il sudore non è il male assoluto. In realtà è un meccanismo fisiologico che serve a eliminare le tossine e a mantenere costante la temperatura corporea. Quindi non dobbiamo pensare di doverlo eliminare: al massimo possiamo limitarlo ed evitare che diventi per noi un vero problema. Ma come fare?

La routine quotidiana
Se per noi il sudore diventa un problema solo con l'afa estiva, non c'è bisogno di drammatizzare. Il problema può essere risolto in poche ed efficaci mosse.
Ovviamente bisogna mantenere una corretta igiene, indossare abiti freschi e aperti, meglio se di cotone: i tessuti sintetici infatti "ingabbiano" la pelle e non la lasciano traspirare, facendoci sudare ancora di più.
L'arma più importante però è il deodorante. La scelta migliore è un deodorante antitraspirante, che riesce a controllare i canali da cui esce il sudore inibendolo, e che in genere ha un profumazione molto soft e delicata. Da evitare i deodoranti spray a base di alcool, che coprono unicamente gli odori, e che possono rivelarsi irritanti, specie dopo la depilazione.
Non esiste una formula magica per un deodorante che vada bene per tutti. La realtà è che per trovare il deodorante giusto per voi è necessario provarne diversi, finchè non si è soddisfatti.


LEGGI ANCHE: I segreti dei make up artist: dal deodorante anti lucidità all'eyeliner colorato


Cosa fare contro i cattivi odori?
Spesso il cattivo odore non è sintomo di scarsa igiene. Anzi: può capitarci che pur lavandoci di frequente e in maniera scrupolosa, dopo un'ora che siamo fuori casa, complice il caldo, siamo già sudatissime e tutt'altro che profumate. Anche questa è un'altra sfaccettatura dell'incubo sudore.
Oltre a scegliere un buon deodorante (provando e riprovando), bisogna fare attenzione a tanti altri fattori. Sapevate che l'odore del sudore può essere determinato da quello che mangiamo? Quindi se notate che ultimamente emanate un odore particolarmente forte, abbiate un'occhio di riguardo per la vostra dieta. Vi conviene evitare i superlacolici, i fritti, i formaggi pesanti, i cibi piccanti e quelli dai sapori particolarmente forti, come aglio o cipolla.

E se il sudore è una "malattia"?
Se non ti serve il solleone per ritrovarti la fronte madida e le ascelle inondate, il tuo problema è un po' diverso, ed ha anche un nome scientifico: si tratta di iperidrosi.
Se quindi il sudore rappresenta un problema consistente che non riesci a risolvere con nessun metodo comune, vai dal medico: esistono farmaci appositi contro l'iperidrosi che può prescriverti solo il medico. Inoltre potresti scoprire che il tuo è un problema più profondo, di origine ansiosa. Insomma: una bella chiacchierata con un medico non fa mai male.


LEGGI ANCHE: I prodotti beauty veramente essenziali


Trucchetti di emergenza
Nel frattempo puoi arginare il problema con qualche accorgimento extra:
-nelle stagioni meno calde vestiti a strati: la terribile "canotta della salute" oppure una maglietta da indossare sotto spesso riescono a non far arrivare l'alone del sudore alla maglia superiore;
- in commercio esistono addirittura assorbenti ascellari
- se il caldo ti costringe ad indossare magliette molto sottili e leggere che matematicamente si inzuppano di sudore, porta con te una o due magliette di ricambio
- porta sempre con te le salviette detergenti e un deodorante per interventi "d'emergenza"


LEGGI ANCHE: 5 cose da sapere prima di comprare la protezione solare


Rimedi naturali
Dove non arrivano prodotti chimici, farmaci e trucchetti d'emergenza, spesso riescono i rimedi naturali.
Un esempio? Sicuramente la salvia, utile nel trattamente ell'ipersudorazione. Potete acquistare l'olio essenziale di salvia (in erboristeria) e scioglierlo nella vasca da bagno. L'olio di salvia ha un effetto risolutivo che dura alcuni giorni: praticamente riesce a paralizzare le ghiandole sudoripare limitando così la traspirazione. Sicuramente vale la pena provare. Ricordatevi però di non esagerare, perchè un'esagerata assunzione di salvia può far male. Da evitare in oltre durante la gravidanza e l'allattamento.


gpt native-bottom-foglia-moda
gpt inread-moda-0
gpt skin_mobile-moda-0