1 5

Vintage da comprare e vendere

/pictures/2016/05/31/senza-nome_12687.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-moda

Vintage Mania: Il mercato dell'usato e dell'abbigliamento vintage, è il boom del momento. Eccovi alcuni utilissimi consigli per vendite redditizie e per i migliori acquisti

Vintage mania: il boom dell'usato

Il mercato dell’usato, ed in particolare dell’abbigliamento usato, è il boom del momento. La civiltà del benessere e dell’indispensabile surplus, ci porta ad acquistare molte più cose di quelle di cui abbiamo realmente bisogno, ed a disfarcene dopo che la moda e le tendenze sono cambiate.

Mai buttare via nulla! Qualunque oggetto, capo di abbigliamento, mobile d’arredamento, sarà fonte di sicuri ed inaspettati guadagni. In Italia, la via più immediata, ma meno redditizia, per guadagnare qualcosa da ciò che non ci serve più, è il mercatino dell’usato.

Ce ne sono ovunque in ogni città e distretto, ed acquistano in compravendita un po’ di tutto. Voi portate le vostre cose, loro le mettono in vendita, e se entro 30 o 60 giorni sono state vendute, vi spetta il 50 per cento dell’incasso, altrimenti ve le riportate a casa. Semplice no? Occorre però prestare attenzione a che tipo di merce si lascia a questi mercatini. Infatti, i prezzi a cui venderete i vostri oggetti, saranno piuttosto bassi, e non verrà valutata la qualità del vostro capo. Portate solo cose che avete acquistato personalmente, e che quindi sapete da dove viene e che non vale molto. Mai vendere queste cose:

  1. Capi di marca, perché potrebbero mantenere quasi il prezzo d’acquisto.
  2. Oggetti rari o molto vecchi, perché potrebbero interessare a qualche appassionato o collezionista disposto a pagare un occhio della testa.
  3. Capi di abbigliamento o pezzi di arredamento che trovate nella soffitta della nonna: potrebbero avere sul mercato un valore che mai immaginereste.

In questi casi, il consiglio migliore è quello di rivolgersi ad un esperto, oppure di provare a mettere la vostra merce all’asta e vedere cosa succede. Cercate comunque sempre di informarvi su quello che avete in mano, almeno tramite internet, di capire da dove viene e a quali prezzi è venduto.

Potete dare un’occhiata a oggetti simili ai vostri su ebay, o recarvi personalmente nei negozi dell’usato “ di qualità” (vedi elenco sotto), o dagli antiquari, per farvi un’idea del mercato. Se invece la vostra intenzione è quella di acquistare... non avrete che l’imbarazzo della scelta! Potrete sbizzarrirvi tra tantissime marche, italiane e straniere, tessuti e stili diversissimi da quelli che si trovano nei negozi oggi, dato che i capi vintage di solito sono stati cuciti e venduti tra gli anni ’20 e gli anni ’80.

Addirittura, se volete apparire splendide e fuori dal comune per una serata speciale, c’è la possibilità di affittare un capo per alcuni giorni. Il che vi consente di indossare pezzi cult di Hermes, Chanel, YSL, Emilio Pucci, Dior e molti altri, senza spendere una fortuna! I capi vintage più belli, infatti, possono raggiungere delle cifre impensabili, anche di migliaia di euro.

 Attenzione però, in questo tipo di mercato, occorre sempre ragionare con la propria testa e sulla base delle vostre esperienze. Dato che non esistono prezzi di cartellino, molti commercianti cercheranno di vendervi gli abiti a prezzi molto più alti di quello che realmente valgono. Anche in questo caso, è sempre meglio informarsi prima di acquistare, per capire i prezzi medi di ciò che interessa e non spendere una fortuna quando non è necessario.

Seguite anche le fiere, tra cui, le più note, quelle di Pavia e Firenze. Non tralasciate di dare un’occhiata agli abiti a prezzi bassi, anche da 10-20 euro... potrebbero essere di qualità ma semplicemente non in voga in quella stagione. Addirittura spesso, quando non sono acquistati dai clienti perché il prezzo basso è considerato indice di scarso valore, il venditore aumenta il prezzo ed ecco che per magia l’abito è venduto. Ma dove recarsi per immergersi in questo nuovo mondo? Di certo non troverete questo tipo di abbigliamento al mercatino dell’usato. Ecco alcuni indirizzi dei negozi migliori in Italia:

B Vintage a Torino 

Questo negozio è dedicato a chi ama vestire con originalità, creatività e raffinatezza e include tantissim capi tra abbigliamento e accessori. 

Lipstick Vintage a Milano 

Qui si può trovare, oltre una vastissima gamma di abbigliamento, anche borse, scarpe, occhiali, cinture, cappelli, e bijoux di alta classe.

Pifebo Vintage store a Roma

Un gioiellino nel cuore del quartiere Monti (una sede più grande si trova anche nel quartiere San Giovanni) dove trovare ogni tipo di abbigliamento vintage ad ottimi prezzi. 

Penny Lane shop a Venezia

Nato 10 anni fa in laguna e specializzato in abiti usati, oggi da spazio anche a designer emergenti e a nuovi marchi del nord europa. 

Magazzini Anita a Palermo

In Corso Vittorio Emanuele, Magazzini Anita mette in vetrina qualche abito e tantissimi accessori ma anche lampade antiche, home decor e tanti tipi di porcellane.

gpt native-bottom-foglia-moda
gpt inread-moda-0
gpt skin_mobile-moda-0