1 5

Cos'è lo swapping?

/pictures/2017/05/09/cos-e-lo-swapping-3553549629[557]x[233]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-moda

In tempo di crisi lo swapping è un ottimo modo per risparmiare, ma anche per liberarci delle cose che non ci piacciono più. In pratica è una forma di baratto ed è sempre più di moda: si può fare anche via web!

Cosa è lo swapping?

In tempo di crisi la parola d'ordine è "risparmio".
Quante volte vi sarà capitato durante un cambio di stagione di guardare con disgusto nell'armadio quel maglioncino blu elettrico per il quale avreste fatto follie lo scorso anno o di allineare davanti alla porta di casa buste stracolme di abiti vecchi, pronte ad essere regalate o gettate via?

Dall'America arriva la soluzione che fa per voi. Si chiama "swapping" dall'inglese "swap", letteralmente "scambio", la nuova tendenza che impazza su internet, forum e che ispira feste a tema e ritrovi di appassionate fashion victim.

Ma di cosa si tratta esattamente? Lo swapping riprende l'antica tecnica del baratto e consiste nell'offrire i propri capi d'abbigliamento, accessori o oggetti a compagni di swap, che ricambiano con la stessa moneta. Si sa, l’erba del vicino è sempre più verde e quello che per voi non è altro che un usurato maglioncino da mettere per le pulizie di primavera potrebbe fare la felicità di una vostra amica che magari ha girato in lungo e in largo per trovare lo stesso modello senza mai riuscirci. Un modo semplice, rapido e divertente per rinnovare il proprio guardaroba senza spendere un centesimo e la possibilità di spaziare tra gusti e generi diversi dimenticando per una volta il solito negozio lowcost dove ormai sembra servirsi tutta la popolazione femminile.

Inaugurato oltre oceano, lo swapping è presto arrivato in Europa dove oltre ad occupare le prime pagine di forum e blog viene pubblicizzato da molteplici locali notturni che ne hanno fatto il tema delle proprie serate: musica, divertimento e banchetti colorati di abbigliamento, scarpe e bigiotteria dove si può saziare il proprio bisogno di sfoggiare qualcosa di nuovo senza mandare in rosso il conto corrente. 

Non avete molte conoscenze o vi manca il tempo e la possibilità di organizzare incontri con le amiche per mettere in atto lo scambio? Niente paura, a venire in vostro soccorso è l’amico del terzo millennio: i siti Internet che stanno convertendo la logica della vendita con quella dello scambio sono sempre di più e hanno dalla loro il vantaggio di far avvenire tutte le trattazioni in modo comodo e rapido da casa propria.

Qualche nome? Swapparty.com un portale tutto dedicato al mondo del baratto online, realizzato in modo interattivo. Puoi cercare, offrire e scambiare abiti del guardaroba, oggetti e servizi con semplici clic del mouse. E-Barty.it il cui nome è già abbastanza eloquente. Se hai un oggetto vecchio e in disuso prima di buttarlo nella spazzatura fai un giro su questo portale dove troverai sicuramente qualcuno a cui interessa e che ricambierà con ogni tipo di oggetto che potrebbe interessarti.

Lo swapping è un modo facile ed economico oltre che ecosostenibile per rinnovare il proprio guardaroba e limitare il massiccio aumento dei rifiuti e che come ogni novità è presto diventato una must presso i personaggi dello spettacolo: "con le mie amiche ormai è una consuetudine" afferma Luciana Lettizzetto "ci ritroviamo e ci scambiamo i vestiti".

E a seguire il suo esempio inaugurando veri e proprio "swap party" sono in tanti. In fondo le modalità sono estremamente semplici: basta controllare la propria agenda, preparare stuzzichini e bevande a volontà, buona musica e invece dell'abito da sera richiedere buste colme di abiti e accessori!
Che lo scambio abbia inizio!
 

gpt native-bottom-foglia-moda
gpt inread-moda-0
gpt skin_mobile-moda-0