1 5

Come rendere più produttiva la nostra estate

/pictures/2015/07/14/come-rendere-piu-produttiva-la-nostra-estate-1411044215[1626]x[678]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-mondo

In estate è giusto riposarsi e divertirsi, ma non bisogna oziare: vediamo come trascorrere le vacanze in modo produttivo

Cosa fare in estate

E’ bellissimo finire un altro anno di scuola sapendo di avere davanti un lungo periodo di vacanza: ora è il momento di divertirsi e di rilassarsi dopo mesi passati sui libri, chiusi in casa durante l’inverno e magari anche, nostro malgrado, nella stagione più mite. Non è però del tutto condivisibile l’idea che l’estate serva solo per oziare: in questo caso, probabilmente avremo più difficoltà quando la scuola ricomincerà e forse anche qualche rimpianto di non aver sfruttato meglio questo periodo di pausa.

Fare una lista di tutte le cose che avremmo voluto fare (e non ne abbiamo avuto il tempo)

Ci saranno sicuramente una o più piccole-grandi passioni che durante l’anno abbiamo trascurato per mancanza di tempo. Imparare a preparare torte o a truccarci con i tutorial su youtube. Praticare uno sport o ascoltare tutti i dischi di una band che ci ha conquistato con una sola canzone sentita per caso alla radio. L’estate è il momento giusto per coltivare hobby e interessi.

Fare una lista dei libri da leggere

La lettura è un ottimo modo per tenersi in allenamento con ortografia, grammatica e anche lingua straniera se scegliamo ad esempio romanzi in inglese. Al di là dell’utilità, i libri sono amici. Non c’è niente di meglio del periodo estivo per immergersi nella lettura di tutti quei testi che ci ispirano per recensioni lette o soltanto per il titolo o la copertina.

Svolgere un lavoro estivo

Avere un lavoretto è forse la cosa che in assoluto ci fa sentire più produttivi: se svolto in orari flessibili e part-time non inficia certo la nostra estate e la voglia di divertirci… senza contare che così avremo soldi in più proprio per l’intrattenimento! Proviamo a fare domanda presso i negozi, le gelaterie, i fast-food, i parchi di divertimenti…

Non dormire ogni giorno fino all’ora di pranzo

L’estate per molti è sinonimo di svegliarsi a mezzogiorno. E’ bello vivere la notte, senza vincoli di orario e sapendo che il giorno dopo si potrà poltrire a letto a tempo indeterminato. Tuttavia, se almeno una o due volte alla settimana avremo voglia di provare ad andare a letto prima e di conseguenza alzarci alle nove al massimo, ci accorgeremo di quanto è vero che “il mattino ha l’oro in bocca”. Senza scuola, sono moltissime le cose che si possono realizzare in una mattinata libera, cominciando con un’ottima colazione al bar, con brioches e cappuccino, per iniziare col piede giusto!

Darsi al fai da te

Ora abbiamo tempo di realizzare qualcosa con le nostre mani, ovviamente se ci interessa farlo. Ma se abbiamo sempre desiderato lavorare a maglia o fare collane e bijoux per le amiche, questo è il momento giusto per metterci all’opera. Qualche video-tutorial, una puntata a comprare il necessario, e via!

Fare volontariato

Il volontariato è un’attività incredibilmente appagante: bisogna provare per rendersene conto. L’estate è il momento perfetto per dedicare qualche ora ogni tanto a iniziative benefiche o culturali: le varie attività vanno dall’accudire bambini disabili al fare da guida al museo cittadino. Magari in questo modo avremo modo di scoprire il lavoro dei nostri sogni. Inoltre, un periodo di volontariato è un fiore all’occhiello nel nostro curriculum.

Tenersi impegnati

Avere un’estate produttiva non significa certo cancellare tutti gli impegni con gli amici, anzi! Nulla uccide la produttività come il troppo tempo libero, trascorso inevitabilmente a ciondolare in casa senza meta. Assicuriamoci quindi di pianificare tanti impegni mondani, tra piscina, spiaggia e serate con gli amici, ritagliandoci solo ogni tanto qualche ora per noi.

gpt native-bottom-foglia-mondo
gpt inread-mondo-0
gpt skin_mobile-mondo-0