1 5

I metodi contraccettivi più strani

/pictures/2017/07/25/i-metodi-contraccettivi-piu-strani-1624139020[559]x[234]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-sex

Nel corso degli anni si sono radicate alcune credenze intorno ai metodi contraccettivi, alcune decisamente primordiali... ecco i 10 "metodi contraccettivi" più assurdi.

Chiariamolo subito: questi metodi non sono validi, non hanno nulla di scientifico o sicuro e affidarsi ad essi per il controllo delle nascite o per proteggersi dalle malattie a trasmissione sessuale sarebbe sbagliatissimo e assurdo. Ma per farci due risate, ecco "i 10 metodi contraccettivi" più assurdi in circolazione.

Lo sterco di coccodrillo

Proprio così: diversi documenti egizi risalenti al1850 aC descrivono che gli ovuli fatti di sterco di coccodrillo, miele, e carbonato di sodio erano metodi contraccettivi comuni da inserire nella vagina. Lo sterco di coccodrillo è in realtà leggermente alcalino, come gli spermicidi moderni, quindi potrebbe aver funzionato.

Testicoli di donnola

Nelle culture medievali, un metodo creativo per scongiurare le gravidanze era legarsi intorno alle cosce dei testicoli di donnola. Secondo il mito, se uno prende i due testicoli di una donnola e li avvolge, legandoli alla coscia di una donna che indossa anche un osso donnola, lei non sarà più in grado di concepire. Ovviamente, il metodo è una sciocchezza.

Mercurio

Una delle pratiche contraccettive più pericolose include il far bere misture a base di piombo e mercurio alle donne cinesi di migliaia di anni fa. Questa pozione mortale è stata utilizzata dalle concubine della Cina antica per rimanere sterili, ma queste sostanze sono note per causare insufficienza renale, danni cerebrali e, naturalmente, la morte.

Tè fermentato con testicoli di castoro

Questa pratica risale al 16 ° secolo, in Canada, in cui le donne hanno cercato di impedire il concepimento immergendo testicoli di castoro secchi in una soluzione concentrata di alcool e tè. Non vi è alcuna traccia della sua efficacia.

Intestino di maiale

Uno dei più antichi preservativi conosciuti è ricavato dll'intestino di un maiale. C'è anche un manuale che suggerisce di metterlo ammollo nel latte tiepido prima dell'uso per renderlo più morbido e più elastico.

Acqua dei fabbri

Secondo Sorano, un ginecologo greco vissuto durante il II secolo d.C., le donne hanno affermato di bere l'acqua che i fabbri utilizzavano per raffreddare metallo come metodo di controllo delle nascite. La pratica potrebbe portare a problemi neurologici, insufficienza renale, convulsioni, coma e anche la morte.

Oppio

Le antiche donne sumatra usavano il baccello di questa pianta come diaframma durante il rapporto.

Tampone a base di acacia e miele

Una delle prime prescrizioni riguardanti un metodo contraccettivo è un foglio di papiro egizio risalente al 1550 aC che descrive un tampone di lana imbevuto di semi di acacia e miele.

Coca cola e altre bevande gassate 

I lavaggi a base di Coca-Cola hanno iniziato ad essere usati come metodi contraccettivi tra il 1950 e il 1960, quando altri metodi di controllo delle nascite erano difficili da trovare. L'idea che la Coca Cola possa essere utilizzato come uno spermicida è nata da un esperimento condotto presso il laboratorio di controllo delle nascite della Harvard Medical School. Gli scienziati Anderson, Hill, e Umpierre mescolarono quattro diversi tipi di Coca Cola con lo sperma e scoprirono che la Diet Coke uccide tutti gli spermatozoi in un minuto. Esperimenti successivi hanno poi dimostrato l'inefficacia del metodo.

Diaframma al limone

Una curiosità degna di nota è che i limoni sono stati utilizzati nel 1700 come metodi contraccettivi. La forma agirebbe come un diaframma e l'acido dell'agrume ucciderebbe gli spermatozoi. Tuttavia, il succo di limone può danneggiare il tessuto vaginale, quindi i limoni non sono probabilmente una scelta intelligente.
 

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0