gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Metodi contraccettivi, tutti i pro e contro

I metodi contraccettivi possono presentare sia vantaggi che svantaggi. Impariamo a conoscere meglio il mondo della contraccezione!

Metodi contraccettivi: vantaggi e svantaggi da conoscere

I diversi metodi contraccettivi presentano vantaggi e svantaggi sia nell'ambito della sfera sessuale sia per la salute, per questo è importante conoscerli e approfondire adeguatamente il mondo della contraccezione. I metodi disponibili oggi in commercio sono diversi e si divono tra metodi contraccettivi ormonali, come pillola e cerotto, e di barriera, come preservativo e diaframma.

Mentre i metodi ormonali hanno un'indubbia efficacia per prevenire le gravidanze indesiderate, i metodi barriera sono sicuramente più utili per difendere dalle malattie sessualmente trasmissibili. Ma entriamo nel dettaglio e, analizziamo, contraccettivo dopo contraccettivi, tutti i pro e i contro dei metodi anticoncezionali.

Preservativo, pro e contro

Il preservativo - anche detto condom o profilattico - è uno dei metodi contraccettivi maggiormente usati, anche dai giovanissimi. Si applica in pochi secondi, una confezione ha un prezzo ragionevole, è efficace, per acquistarlo non serve alcuna prescrizione medica, insomma, sembra apparentemente il contraccettivo perfetto. In realtà, il preservativo, così come tutti gli anti metodi anticoncezionali ha vantaggi e svantaggi. Partiamo dai primi.

Preservativo: i vantaggi

Utilizzare il preservativo, oltre a scongiurare gravidanza indesiderate, protegge anche dalla contrazione di infezioni o di Mst (Malattie sessualmente trasmissibili), quest'ultima, in particolar modo, è una caratteristica propria del profilattico, che altri contraccettivi non hanno. 

Preservativo: gli svantaggi

Ahinoi, però, il preservativo ha anche i suoi contro. Può rompersi (se non è di qualità, se non è applicato bene, se non è stato conservato adeguatamente), può sfilarsi malauguratamente, non compiendo più, dunque, la sua funzione, può provocare fastidi, bruciori, infezioni: c'è chi infatti - ragazzi e ragazze - a contatto con il lattice del condom ha qualche fastidio. Per quest'ultimo problema, però, vengono in nostro aiuto i profilattici anallergici, mentre per sopperire a infezioni e bruciori, si può ricorrere ai lubrificanti.

Lui non vuole usare il preservativo: la risposta perfetta (che noi ragazze dobbiamo dare)

Pillola, pro e contro

Anche la pillola - altro metodo contraccettivo molto usato dopo il preservativo - è un anticoncezionale sicuro, in questo caso non di barriera, ma ormonale. La combinazione di estrogeni e progesterone, infatti, mette le ovaie a riposo per un periodo di circa 21-24 giorni, bloccando la possibilità di fecondazione. Richiede però costanza e può avere degli effetti collaterali. Ma andiamo a vedere nello specifico, pro e contro della pillola.

Pillola, i vantaggi

La pillola, oltre a prevenire gravidanze indesiderate, ha altri benefici interessanti per noi ragazze: contrasta, infatti, la comparsa di brufoli e acne, riduce i casi di pelle grassa, allontana la forfora e fa bene a chi soffre di ciclo doloroso. Bloccando l'ovulazione, infatti, la pillola riduce la quantità di prostaglandina prodotta dal corpo (che in eccesso provoca i forti crampi che sentiamo durante le mestruazioni) ed aiuta noi ragazze a vivere bene anche i giorni del ciclo. La pillola aiuta anche ad alleviare i sintomi da sindrome premestruale: rendendo gli ormoni più stabili, infatti, allevia i fastidiosi sintomi del periodo che precede il ciclo.

Pillola: gli svantaggi

Nelle pillole di nuova generazione, sempre più leggere e fatte su misura anche per le ragazze più giovani, gli effetti collaterali si riducono notevolmente, ma bisogna comunque essere a conoscenza di alcuni disturbi/fastidi che potrebbero sopraggiungere al momento dell'assunzione di questo farmaco. Perché la pillola è un farmaco: sappiatelo. La pillola può provocare nausea o piccoli fastidi: non succede sempre, ma, a volte, la pillola provoca nausea, gonfiore, sensazione di tensione mammaria e qualora dovessero presentarsi sintomi di questo tipo, è bene consultare prontamente un ginecologo (il segreto, infatti, sta nel trovare la pillola più adatta a sé). Chi soffre di ipertensione o di malattie cardiocircolatorie, dovrà fare accurate analisi del sangue per capire se sia possibile l'assunzione della pillola o meno (le nuove formulazioni hanno in genere un dosaggio di estrogeni che non mette a rischio chi ha problemi di cuore).

Cosa succede quando interrompi la pillola

Tra gli svantaggi della pillola c'è senza dubbio il fatto che, non essendo un contraccettivo di barriera, non può prevenire la contrazione di infezioni e malattie sessualmente trasmissibili. Per avere efficacia, inoltre, deve essere assunta quotidianamente e sospesa in un preciso periodo, quindi richiede a noi ragazze costanza e responsabilità.

Gli altri metodi contraccettivi: pro e contro

Dopo aver parlato nel dettaglio di preservativo e pillola, raggruppiamo qui tutti gli altri metodi contraccettivi, non perché abbiamo meno importanza dei precedenti, ma perché corrispondono perfettamente a quanto già detto sopra. Un contraccettivo di barriera come il diaframma (cupola di gomma che la ragazza applica all'altezza del collo dell'utero) ha la stessa funzione del preservativo e porta con sé tutti i vantaggi e gli svantaggi di essere un contraccettivo di barriera. Il cerotto, invece, si allinea alla pillola essendo un anticoncezionale ormonale: è efficace, ma può avere i suoi effetti collaterali e non previene le infezioni e le Mst.

Dopo aver letto questa guida, consapevole di tutti i vantaggi e gli svantaggi di ognuno di questo contraccettivi, potrai consapevolmente scegliere il metodo più adatto a te. Ti consigliamo in ogni caso, prima di fare la tua scelta definitiva, di consultare uno specialista.

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0