1 5

La pillola del giorno dopo

/pictures/2016/07/07/la-pillola-del-giorno-dopo-4146499535[406]x[170]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-sex

Facciamo chiarezza sulla pillola del giorno dopo: cosa è, quando e come si usa. E soprattutto perchè è cos' importante un'adeguata informazione e la prescrizione e l'assunzione tempestive.

La pillola del giorno dopo

La pillola del giorno dopo è tecnicamente un contraccettivo di emergenza che agisce tramite un forte dosaggio ormonale.
 
Vale a dire che non si tratta di un farmaco abortivo, poichè non interrompe una gravidanza già in corso, ma semplicemente impedisce che ne avvenga una, anche se ciò avviene in seguito al rapporto a rischio.

La prescrizione

Per assumere la pillola del giorno dopo in Italia è obbligatoria una prescrizione medica. Per averla è consigliabile recarsi al pronto soccorso più vicino oppure in un consultorio. Il problema della prescrizione è attualmente piuttosto scottante, per il fatto che la pillola del giorno dopo è tanto più efficace quanto più è tempestiva l'assunzione. E questa tempestività è sempre più spesso ostacolata dal fatto che ci si può imbattere in medici obiettori di coscienza, che cioè, per motivi di convinzioni etiche e morali, si rifiutano di prescrivere questo farmaco.
 
Bisogna precisare che nel caso della pillola del giorno dopo una eventuale obiezione di coscienza da parte dei medici non rientra nell'ambito di competenza della legge 194, che regolarizza l'interruzione di gravidanza, proprio perchè di interruzione non si tratta. Ciò nonostante i medici possono comunque obiettare in base all'articolo 22 del Codice Deontologico Medico. In questi casi però, ricordate che è dovere di qualsiasi medico fornirvi comunque tutte le informazioni utili e magari indicarvi un altro medico non obiettore. In caso contrario sappiate che siete di fronte al palese disservizio di una struttura pubblica, che deve essere denunciato.

Come funziona la pillola del giorno dopo?

Il vero nome di quella che chiamiamo pillola del giorno dopo è levonorgestrel, si tratta di un ormone progestinico ad alto dosaggio, che si trova in commercio in Italia con il nome di Norlevo o Levonelle. Questo alto dosaggio ormonale ha l'effetto di bloccare o ritardare l'ovulazione, e allo stesso tempo di ostacolare la mobilità degli spermatozoi, impedendo così il concepimento. Ovviamente questo meccanismo ha la massima efficacia quando è passato poco tempo dal rapporto a rischio. Per questo si dice che la pillola del giorno dopo va presa al massimo entro 72 ore dal rapporto. Ma ricordiamo che l'efficacia è massima solo entro le prime 12 ore, se si aspetta di più c'è il richio che la pillola non abbia l'effetto desiderato. Altra cosa importante è il fatto che il levonorgestrel va preso in due tranches: si tratta di fatto di due pillole, di cui una va presa subito e la seconda dopo dodici ore.

Quando si prende la pillola del giorno dopo?

Il levonorgestrel va preso nel caso che abbiamo avuto un rapporto a rischio, vale a dire quando avviene l'eiaculazione in vagina, e si richia una gravidanza non desiderata. E' importante sottolineare che la pillola del giorno dopo non può assolutamente essere usata alla stregua della pillola anticoncezionale o di qualsiasi altro mezzo di contraccezione programmata. Deve essere considerata si un anticoncezionale, ma d'emergenza. E' irresponsabile fare il contrario, perchè si tratta di un dosaggio ormonale molto alto, che applicato di frequente può causare gravi squilibri al nostro organismo. Per questo il levonorgestrel è ideale appunto in casi di emergenza, cioè quando il mezzo di contraccezione che usiamo abitualmente viene meno contro la nostra volontà: ad esempio quando il preservativo si rompe. Va da sè che se non si desidera una gravidanza bisogna premunirsi e organizzarsi prima di avere rapporti sessuali, e ricorrere alla pillola del giorno dopo solo in caso di incidenti indesiderati.

Che effetti collaterali provoca?

Generalmente la pillola del giorno dopo non provoca gravi effetti collaterali, anzi è ben tollerata dall'organismo. Ovviamente ciò non vale se si esagera e se la si assume troppo spesso. Ricordiamo ancora che si tratta di un rimedio di emergenza che non va assunto abitualmente, ma solo una tantum. Comunque sia è possibile che l'assunzione del levonorgestrel provochi entro 48 ore sintomi come nausea, vomito, diarrea e dolori addominali. In ogni caso, se avvertite questi o altri sintomi rivolgetevi sempre al vostro medico

Quando evitare la pillola del giorno dopo?

Non bisogna prendere il levonorgestrel quando si ha un'allergia a uno dei componenti del farmaco e quando si hanno sanguinamenti di cui non si conosce l'origine. Inoltre è inutile e dannoso prenderla se si ha il sospetto o peggio la certezza di una gravidanza già in corso. Ricordiamo infatti che il levonorgestrel non è un farmaco abortivo, ma serve solo a impedire la fecondazione prima che essa sia avvenuta, vale a dire immediatamente dopo un rapporto sessuale completo. Se siete già incinte la pillola del giorno dopo non ha alcuna efficacia.
 
gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0