gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Preservativo, a cosa serve? Guida per principianti

/pictures/2018/07/10/preservativo-a-cosa-serve-guida-per-principianti-2127629710[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-sex

Guida completa sul preservativo per chi è alle prime armi. Ecco di cosa si tratta, come si usa, a cosa serve e dove trovarlo

Preservativo a cosa serve: guida pratica

Il preservativo è uno dei metodi anticoncezionali più utilizzati, soprattutto tra i giovanissimi. Se però, sei proprio alle prime armi, se di preservativo, finora, hai solo sentito parlare da tua sorella maggiore o da qualche amica un po’ più spigliata di te, questa è la guida che stavi cercando. Oggi spieghiamo in maniera elementare cosa è il preservativo, a cosa serve e perché è importante usarlo. Pronta a questa breve ma utile lezione sulla contraccezione? Allora iniziamo.

Preservativo significato

Il termine preservativo deriva dalla parola "preservare" che, appunto, significa proteggere, garantire una certa sicurezza. Non a caso, è proprio questo il compito di tale metodo contraccettivo. Se ti capiterà di sentir parlare di profilattico o condom, sappi che sono tutti sinonimi di preservativo.

Che cos’è il preservativo: come è fatto?

Il preservativo chiuso si presenta come un oggetto di gomma trasparente dalla forma circolare; quando srotolato assume una forma allungata che riproduce quella del pene. E’ fatto in lattice, un materiale gommato resistente che aderisce bene alla pelle, anche se ad oggi viene prodotto anche in materiali diversi, pensati per chi soffre di allergia al lattice.  Il preservativo è contenuto in confezioni di forma quadrata.

Si tratta di uno degli anticoncezionali più antichi, infatti, già nell’antico Egitto esisteva uno strumento simile, fatto di tela di lino. I Romani passarono a usare in modo simile le veschiche di capra. Successivamente il preservativo fu realizzato con la seta, fino ad arrivare al lattice odierno.

Il tradizionale preservativo è trasparente e ha il tipico odore della plastica. In commercio, però, esistono anche profilattici colorati e aromatizzati (gusto frutta, menta, cioccolato, etc.).

Metodi anticoncezionali: tutti i pro e i contro

Preservativo a cosa serve

Passiamo ora alla parte più importante: spiegare a cosa serve il preservativo e perché è fondamentale usarlo. La patina di lattice che il preservativo crea intorno al pene, ha lo scopo di contenere il liquido seminale al momento dell’orgasmo maschile (ma anche il liquido pre-eiaculatorio, che arriva ben prima dell'orgasmo). In questo modo gli spermatozoi restano interni al profilattico e non possono fecondare la donna.

Non è tutto, perché – a differenza di altri metodi contraccettivi – il preservativo ha anche un altro vantaggio, quello di evitare il contagio di malattie sessualmente trasmissibili. Infezioni e malattie più o meno gravi, infatti, sono facilmente contraibili durante un rapporto completo. L’applicazione del preservativo, però, impedisce che questo avvenga, perchè di fatto fa sì che pene e vagina non si tocchino mai.

Sesso non protetto: i rischi delle Mst e come prevenirle

Preservativo, come si mette

E’ molto importante sapere come applicare correttamente un preservativo e come conservarlo bene, per non cadere nell’incidente del “preservativo rotto” o del “preservativo sfilato” che, al contrario di quanto detto sopra, potrebbe provocare sia gravidanze indesiderate che contagio delle cosiddette Mst.

Il coito interrotto: l'anticoncezionale più "famoso"

Molto importante è acquistare dei preservativi di qualità, di controllare la scadenza e di conservarli in buono stato (lontano dalla luce del sole, ad esempio, o da altre fonti di calore). Fondamentale è anche applicare bene il preservativo. Solitamente lo fanno i ragazzi, è vero, ma è nostra responsabilità controllare che tutto venga fatto alla regola. Il preservativo va infilato nel verso giusto, va srotolato quanto più possibile e fatto aderire bene. Ricordati anche un altro particolare sul preservativo: molti di quelli che si acquistano hanno in punta un “serbatoio”, cioè una parte più stretta che non aderisce al pene e che ha il compito di conservare il liquido seminale del partner. Mentre si indossa il preservativo bisogna tenere due dita compresse sul serbatoio in modo che non si riempia d'aria.

A volte, però, questo serbatoio non c’è, in questo caso si consiglia di lasciare qualche centimetro del profilattico in punta libero, vuoto insomma, prestando comunque attenzione che il resto del preservativo diventi una sorta di seconda pelle sul pene.

Pillola o preservativo: quale scegliere e perché?

Preservativo dove si compra

Il preservativo è molto amato dai giovani anche perché è facilmente reperibile e non ha bisogno di nessuna prescrizione medica. Puoi acquistarlo in farmacia (anche ai distributori automatici esterni), al supermercato, nei negozi di casalinghi, agli autogrill e anche in altri punti vendita. Non avrai problemi a trovarli e a tenerli sempre con te.

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0