gpt skin_web-sex-0
gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
1 5

Si resta incinta con il petting?

/pictures/2016/10/19/si-resta-incinta-con-il-petting-712995996[1590]x[663]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-sex

Molte ragazze si chiedono se sia possibile o meno rimanere incinta facendo dei semplici preliminari o petting con il proprio fidanzato e senza avere un rapporto completo: ecco tutte le risposte

Incinta con il petting: sì o no?

Posso rimanere incinta con il petting? È questa la domanda che la maggior parte delle ragazze alle prime esperienze si fanno dopo aver iniziato qualche preliminare con il proprio partner. Una domanda dovuta all'insicurezza, all'inesperienza e alla non esatta conoscenza del proprio corpo (e di quello del partner). Una domanda alla quale oggi vi rispondiamo, una volta per tutte. Dunque, prestate attenzione!

Che cos’è il petting?

Iniziamo dall’Abc della questione, chiarendo bene cos’è il petting. Il termine petting viene dal verbo inglese "to pet", che vuol dire "accarezzare". Comprende, infatti, tutte quelle carezze, quelle effusioni, quelle coccole che non prevedono un rapporto sessuale completo. Per petting, insomma, si intendono tutte quelle attività sessuali che escludono la penetrazione: carezze, strusciamenti, stimolazioni con la biancheria intima addosso e altro ancora, purché il pene non entri mai in contatto diretto con la vagina. Insomma, il petting racchiude, in una sola parola, tutti i preliminari.

Preliminari: la guida completa

Come fare petting

Come nel sesso, non esistono regole precise neanche quando parliamo di petting. Si tratta, senza dubbio, di un momento speciale, di uno dei primi momenti speciali in una coppia, che contribuisce ad un aumento dell’alchimia, dell’attrazione. Che accresce l’eccitazione, l’intesa e che è il primo passo verso il rapporto completo. Le ragazze, una volta appurato che non ci siano rischi di restare incinte, amano il petting e lo vedono come un insieme di coccole che, spesso, consente di allontanare, almeno finché non ci si senta davvero pronte, la famigerata prima volta.

Prima volta e ansie: i consigli per superarle

Si può restare incinta con il petting?

Ora ragioniamo insieme: se il petting esclude la penetrazione, può esserci il rischio di una gravidanza indesiderata? La risposta è, ovviamente, no. Per rimanere incinta, infatti, è necessario che avvenga l'eiaculazione all'interno della vagina, per di più durante il nostro periodo fertile. L’invio degli spermatozoi verso gli ovuli potrebbero fecondarli, come no. Ma, torniamo a ripeterci, affinché questo avvenga è necessaria la penetrazione.

Con l’heavy petting si può rimanere incinta?

Oltre al classico petting esiste anche il cosiddetto heavy petting, forse ne avrete sentito parlare e, forse, è proprio questo quello che più temete. Si tratta di un petting un po’ più spinto, un po’ più pesante come la sua definizione lascia intendere. Per dirla più chiaramente, si tratta di un petting che prevede anche la masturbazione e il sesso orale. Il grado di eccitazione sale sicuramente, ma non sale il rischio di gravidanze indesiderate, sempre perché, anche in questo caso, non avviene la penetrazione.

Petting e igiene intima

C’è da dire che, in ogni caso, anche se il rischio di restare incinta è scongiurato, sarebbe da evitare il contatto delle mani sporche di liquido seminale con la vagina per una questione di igiene. Se la gravidanza è decisamente improbabile, infatti, non è così impossibile contrarre infezioni. Per questo, prima di fare petting è sempre meglio lavare le mani e avere cura della propria igiene intima.

Vagina: 20 cose da sapere

Petting e coito interrotto

Ci teniamo a fare un po’ di chiarezza anche su un altro aspetto fondamentale: la differenza tra il petting e il coito interrotto. Se il primo non comprende mai la penetrazione, infatti, non può rientrare in questa categoria la fuoriuscita del pene dalla vagina prima dell’eiaculazione. Il coito interrotto – che rientra nei cosiddetti “metodi contraccettivi naturali” – non è sicuro come il petting e, in questo caso, il rischio di restare incinta è da prendere in considerazione. Un rapporto di questo tipo, infatti, è da considerarsi a tutti gli effetti come un rapporto sessuale non protetto, in quanto le perdite pre-eiaculatorie contengono comunque una minima quantità di spermatozoi che, seppur difficilmente, possono fecondare. Questo metodo, oltre a mettere a rischio gravidanza, implica anche il fatto di non essere protetti dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Petting: i rischi

Se la gravidanza non è un rischio legato alla pratica di petting, i preliminari non esentano da alcuni pericoli ed è bene fare un po’ di chiarezza anche su questo argomento. La pratica del petting con i vestiti – che si fa soprattutto all’inizio – può provocare bruciore e qualche piccola abrasione dovuta allo sfregamento della biancheria intima sulla vulva per le ragazze e sul pene per i ragazzi. Diversi sono i rischi nei quali si potrebbe incorrere nel petting senza vestiti. La scarsa igiene, come già detto prima, continuare a fare petting anche dopo aver raggiunto l’orgasmo sono tra le principali cause di dolore, prurito, bruciore e arrossamento. In tal caso, è necessario lavarsi quanto prima con del sapone specifico e, qualora i fastidi non dovessero passare, contattare il proprio ginecologo, perché potrebbe esserci in corso un infezione.

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0