1 5

Come fare se vuoi prendere la pillola anticoncezionale

/pictures/2017/01/23/pillola-anticoncezionale-tutto-quello-che-devi-sapere-3814611679[468]x[195]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-sex

La pillola anticoncezionale è uno dei metodi contraccettivi più diffusi, ma spesso ci sono molti dubbi intorno al suo uso e alla sua efficacia. Ecco una guida per imparare tutto sulla pillola

Pillola anticoncezionale: guida all’uso

La pillola contraccettiva, più semplicemente conosciuta come pillola, è uno dei metodi anticoncezionali più diffusi nell’universo femminile per evitare gravidanze indesiderate. Si tratta di un contraccettivo sicuro che, oltre ad allontanare il rischio di restare incinte, regolarizza il ciclo mestruale, diminuendone i dolori, la durata. Sono molte, però quelle ragazze che, dopo aver sentito tantissime teorie diverse sulla pillola, ripiegano su altri metodi anticoncezionali, in particolare sul preservativo. Di sicuro per scegliere tra pillola e preservativo il primo passo è una corretta informazione, che ci faccia capire pro e contro di entrambi i metodi.

È arrivato il momento, dunque, di fare un po’ di chiarezza, per illustrarvi tutto, ma proprio tutto sulla pillola: vantaggi, controindicazioni, prescrizione, assunzione e molto altro ancora. Ecco la nostra guida completa all’uso corretto e sicuro della pillola anticoncezionale.

Pillola anticoncezionale cos’è e a cosa serve

Iniziamo dalle basi e andiamo a capire meglio cos’è la pillola anticoncezionale e a cosa serve. La pillola contraccettiva è un farmaco che nasce dalla combinazione di estrogeno e progestinico, è dunque un anticoncezionale ormonale, la cui assunzione blocca la sintesi degli ormoni Fsh e Lh, congelando in questo modo l’ovulazione. Non solo: la pillola rende più spesso il muco cervicale e assottiglia l’endometrio, rendendo difficile l’impianto dell’ovulo.

Pillola anticoncezionale: come si assume

Affinché questo contraccettivo sia efficace, è importante assumerlo quotidianamente e sempre alla stessa ora, a partire dal primo giorno di ciclo mestruale e per i 21 o i 28 giorni successivi (in base al tipo di pillola assunto). In seguito bisogna sospendere l’assunzione per una settimana, durante la quale si avrà una sorta di finto ciclo, chiamato in gergo medico flusso pseudo mestruale. Terminata la pausa di 7 giorni si riprende regolarmente con la pillola quotidiana, l’importante è non dimenticarsene, anche per questo si consiglia di mettere una sveglia o un promemoria giornaliero sui propri dispositivi digitali (smartphone, tablet, smartwatch, etc.).

Pillola anticoncezionale dimenticata

Può capitare a tutte, in un giorno particolarmente impegnato, o durante un viaggio, di dimenticare la pillola. Cosa fare? E quali sono le conseguenze di questa dimenticanza? Se si posticipa solo di qualche ora l’assunzione dell’anticoncezionale, non ci sono rischi e non succede nulla; se il ritardo, invece, supera le 12 ore, meglio non assumere la compressa dimenticata, anche perché il sovradosaggio nelle 24 ore potrebbe provocare disturbi quali mal di testa, nausea e gonfiore. L’aver dimenticato solo una pillola, in realtà, non ha moltissimi rischi, però, per essere certe di non rimanere incinte, meglio utilizzare un contraccettivo di emergenza (come il preservativo) per tutto il mese successivo. Se avete paura di sbagliarvi con quella pillola in più nel blister, buttatela: non avrete più dubbi.

Da chi farsi prescrivere la pillola anticoncezionale

Per farti prescrivere la pillola anticoncezionale devi recarti dal tuo ginecologo di fiducia, che ti prescriverà una serie di analisi del sangue (emocromo, piastrine, omocisteina, proteina c e proteina s e altri numerosi esami specifici). Solo dopo il risultato delle analisi e dopo una visita ginecologica, lo specialista ti prescriverà la pillola.

Pillola anticoncezionale consultorio

Anche presso un consultorio potrai chiedere la prescrizione della pillola anticoncezionale, ma l’iter per ottenere la ricetta medica sarà la stessa di prima: analisi del sangue approfondite e visita ginecologica. Presso ogni consultorio, anche prima della prescrizione, potrai chiedere tutte le informazioni e toglierti ogni dubbio su uso, benefici e controindicazioni della pillola. Per le ragazze molto giovani e non solo, inoltre, sono ormai in commercio da tempo le cosiddette pillole anticoncezionali leggere, ossia delle pillole con bassi livelli di estrogeno che possono essere assunte dalle giovanissime anche per 5 anni senza interruzione.

Pillola anticoncezionale benefici

Oltre ad essere un consigliato anticoncezionale, la pillola aiuta noi ragazze anche in altre situazioni. Ad esempio migliora la forma del seno, rendendolo più tonico e spesso anche donandogli una taglia in più di reggiseno, combatte l’iperandrogenismo, ossia elimina il problema dell’ispessimento dei peli che, a volte, disfunzioni ormonali possono provocare soprattutto in giovane età. Riduce la comparsa di brufoli ed è un toccasana anche per le pelli acneiche e, come già accennato sopra, regolarizza il ciclo ed elimina o allevia i dolori premestruali. La pillola è spesso prescrita, a scopo curativo, anche per coloro che hanno l’ovaio policistico e per coloro che soffrono di endometriosi. Riducendo in modo consistente la quantità di sangue persa durante il ciclo mestruale, la pillola è curativa anche per coloro che sono affette da anemia. Ma i benefici della pillola non sono ancora finiti: mettendo a riposo le ovaie, infatti, la pillola ridurrebbe anche il rischio di tumori ovarici e uterini. Da non sottovalutare neanche il fatto che la pillola, pur salvaguardando noi ragazze da gravidanze indesiderate, non influisce negativamente sulla fertilità: interrompendone l’assunzione, infatti, a meno che non ci siamo altre problematiche, ogni ragazza può rimanere incinta senza conseguenze per il feto o per la sua fecondità.

Pillola anticoncezionale effetti collaterali

La pillola anticoncezionale ha pochi effetti collaterali che sono piuttosto soggettivi e che possono presentarsi, come no, in chi la assume. L’effetto collaterale più comune è il cosiddetto spotting, ossia la perdita di sangue in gocce o nelle quantità simili ad un normale flusso mestruale. Questo accade solitamente quando si inizia ad assumere il contraccettivo, ma le perdite tendono a cessare naturalmente poco dopo. In alcuni casi la pillola contraccettiva può anche scatenare emicranie, insonnia, irritabilità, tensione mammaria, secchezza vaginale e calo del desiderio.

La pillola fa ingrassare?

Molte delle ragazze che rinunciano alla pillola, però, lo fanno per ragioni diverse: paura di ingrassare, terrore della ritenzione idrica, aumento di peli e brufoli. Per quanto riguarda peli e acne, già prima, abbiamo chiaramente detto che la pillola fa l’esatto contrario, ossia aiuta a ridurre la crescita dei peli e rende la pelle liscia e priva di impurità. Per quanto riguarda l’aumento di peso e la ritenzione idrica, invece, si trattava di effetti collaterali appartenenti alle pillole di prima generazione. Oggi questi rischi sono più che superati.

Pillola anticoncezionale controindicazioni

L’uso della pillola è controindicato in alcune situazioni, ecco quali:

  • Gravidanza
  • Ipertensione
  • Cardiopatia
  • Malattia tromboembolica venosa
  • Epatita cronica
  • Cirrosi epatica
  • Neoplasia mammaria maligna
  • Neoplasia epatica
  • Fino a un mese dopo il parto (tranne in quei casi in cui si assume una pillola contenente solo progesterone)
  • Se si fumano oltre 15 sigarette al giorno, dopo i 35 anni

In ogni caso, l’unico modo per scoprire se puoi assumere o meno la pillola contraccettiva, è recarti presso un ginecologo o un consultorio, fare tutte le analisi del caso e sottoporti ad una visita specialistica.

Pillola anticoncezionale costo

In farmacia esistono pillole da tutti i prezzi, ma dovrà essere il medico specialista ad indicarti quella più adatta al tuo corpo, alla tua età e alla tua situazione. In ogni caso il costo della pillola anticoncezionale può variare dai 3 ai 17 euro circa.

 

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0