gpt strip1_generica-sex
gpt strip1_gpt-sex-0
gpt skin_web-sex-0
1 5

Assorbenti interni: i rischi e le controindicazioni

/pictures/2016/08/29/assorbenti-interni-gli-svantaggi-e-le-controindicazioni-1887492468[1000]x[418]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-sex

Gli assorbenti interni sono estremamente utili in svariate occasioni della vita di tutti i giorni, ma ciò nonostante bisogna utilizzarli con attenzione: ecco quali sono le controindicazioni e quali gli svantaggi nell'uso dei tamponi

Assorbenti interni: rischi e controindicazioni

Gli assorbenti interni comportano rischi? Dobbiamo premettere che i tamponi spesso ci salvano la vita, specie in situazioni come vacanze al mare, piscina o quando si svolgono attività sportive. La loro praticità non si può negare: di fatto - almeno per qualche ora - è possibile dimenticarsi del ciclo, sempre che non si soffra di forti dolori mestruali.

C'è da dire, però che i tamponi, bloccando il flusso ancora prima che fuoriesca, ci permettono gestire il ciclo con maggiore praticità e ci permettono di evitare molti dei disagi tipici degli assorbenti esterni. Ma quali sono le controindicazioni?

Assorbenti interni: controindicazioni

In effetti gli assorbenti interni non sono esattamente l'Eldorado: anche l'uso del tampone infatti comporta qualche svantaggio, e qualche controindicazione che non bisogna trascurare. Nulla di drammatico comunque: spesso basta solo fare un po' di attenzione per non avere problemi. Se usati in maniera corretta infatti gli assorbenti interni non provocano problemi di salute. Vediamo i principali svantaggi e controindicazioni del caso.

Assorbenti interni: svantaggi

Indossare un tampone non è facile e immediato come mettere un assorbente esterno. C'è bisogno di una cerca confidenza col proprio corpo che non è affatto scontata, e per questo chi è alle prime armi può avere qualche difficoltà. Di solito basta davvero poca pratica per diventare subito abbastanza abili nell'inserimento dei tamponi, ma proprio quelle difficoltà iniziali per molte rappresentano un ostacolo difficile da superare.

Meglio non usare i tamponi quando non si ha il ciclo

Qualche volta potrebbe venirci la tentazione di utilizzare l'assorbente interno anche in assenza di ciclo, magari in caso di perdite particolarmente abbondanti, o quando abbiamo la quasi totale certezza che il ciclo stia per arrivare. Ma in generale in questi casi è molto meglio utilizzare un salvaslip, questo perchè in assenza di flusso mestruale il potere assorbente del tampone può creare irritazioni, fastidi, e squilibri della flora vaginale.

Gli assorbenti interni scadono?

Si può dimenticare di avere l'assorbente interno

Questo è in teoria un vantaggio: rispetto all'ingombranza dell'assorbente esterno di cui è ben difficile scordare la presenza, i tamponi sono così piccoli che si può arrivare a non sentirli, dimenticando quindi di averli. Tuttavia questa peculiare caratteristica dei tamponi può diventare uno svantaggio per il fatto che vanno invece cambiati ad intervalli di tempo relativamente brevi, e dimenticare di indossare un tampone non è il top. 

Gli assorbenti interni vanno cambiati spesso

Gli assorbenti interni non possono essere indossati per troppe ore. Innanzitutto perchè una volta completamente imbevuti non assorbono più nulla e ci si può macchiare. In secondo luogo, anche se non completamente imbevuti, la presenza del tampone comporta un ristagno di sangue, che non ha conseguenze se limitato a poche ore, ma che invece può creare problemi se molto prolungato.

Per questo - come si legge anche sui foglietti illustrativi degli assorbenti stessi - vanno cambiati in media ogni 4 ore in caso di flusso copioso, e ogni 6 ore in caso di flusso scarso. In generale - volendo ammettere disguidi - è consigliato non tenerli mai più di 8 ore. Proprio per questo, se sappiamo che saremo per molte ore in un luogo sprovvisto di bagni l'ideale sarebbe evitare gli assorbenti interni.

Gli assorbenti interni sono sconsigliati di notte

Proprio per questo motivo durante la notte è consigliabile non utilizzare gli assorbenti interni. Questo perchè in teoria bisognerebbe svegliarsi a metà nottata per cambiare il tampone, che non è esattamente il top della praticità.

Assorbenti interni: fanno perdere la verginità?

Va alternato con gli assorbenti esterni

Utilizzare solo assorbenti interni per l'intera durata del ciclo mestruale può causare irritazioni e prurito: per questo spesso è consigliabile alternare i tamponi agli assorbenti esterni. A lungo andare, infatti, gli assorbenti interni potrebbero risultare scomodi e recare qualche fastidio.

Assorbenti interni, infezioni e possibili fastidi

In caso di irritazioni, infezioni o infiammazioni di qualsiasi origine bisogna evitare l'utilizzo di assorbenti interni, ed optare per quelli esterni. Il tampone infatti non farebbe che peggiorare la situazione.

Assorbenti interni e verginità: tutto quello che c'è da sapere

Assorbenti interni e corretta igiene

Trovarsi in condizioni igieniche precarie quando si ha il ciclo è sempre un problema: avere a disposizione bagni pubblici poco attrezzati, sporchi o senza la possibilità di lavarsi le mani è spesso un problema. Problema che risulta anche più grave quando dobbiamo cambiare un assorbente interno, proprio perchè le mani dovrebbero entrare in contatto con  la parte interna della vagina. In questi casi sono molto utili le salviettine intime e gli assorbenti interni dotati di applicatore. In generale comunque è consigliato lavare benissimo le mani prima di inserire o togliere gli assorbenti interni.

gpt native-bottom-foglia-sex
gpt inread-sex-0
gpt skin_mobile-sex-0