1 5

Tutti i carnevali più famosi e tradizionali d'Italia

A Carnevale divertimento e tradizione si mescolano e tantissime piazze italiane sono invase da manifestazioni spettacolari e spesso antichissime. Ecco i Carnevali più famosi e importanti d'Italia

E' ormai tempo di Carnevale: le piazze di molte città italiane cominceranno a popolarsi di maschere e carri, fino al martedì grasso. Noi andiamo a spulciare tra i carnevali più noti, folkloristici e spettacolari in giro per la penisola!

 

Carnevale nel mondo: le parate più caratteristiche

 

Carnevale di Venezia
E' il Carnevale più importante del mondo, che si apre con l'arrivo dell'Arlecchino servo di due padroni. Il giorno dopo , a mezzogiorno, avrà luogo lo spettacolare "volo dell'Angelo". Quest'anno a volare sopra la folla di piazza San Marco sarà la bella Bianca Brandolini d'Adda, rampolla della famiglia Agnelli, figlia di un veneziano doc, nonchè nota fashion icon.  Il Carnevale invaderà la laguna fino a Martedì Grasso. Tutta Venezia sarà piena di mashcere, artisti di strada e truccatori. Se volete consultare il programma completo visitate il sito ufficiale.

Carnevale di Fano
E' il Carnevale tradizionale più antico d'Italia: le strade di Fano si riempiono di carri allegorici, maschere e musica.

Carnevale di Viareggio

E' il Carnevale più famoso d'Italia per i suo carri allegorici in cartapesta, che ironizzano su personaggi e su fatti della politica, dello spettacolo o della cultura. Il Carnevale di Viareggio è una tradizione che risale al 1873, quando per la prima volta un folto gruppo di borghesi si mascherò per protestare contro le tasse eccessive. E da allora questa manifestazione diventò una consuetudine per certi aspetti goliardica e spettacolare, ma anche e soprattutto espressione dei sentimenti del popolo. La creazione dei carri, poi che si svolge in un hangar comune nella zona nord della città, coinvolge ed entusiasma decine di persone.


Carnevale, il mistero e le tradizioni delle maschere


Carnevale di Cento
Anche a Cento i carri allegorici sono la parte più importante dei festeggiamenti, per un Carnevale dai più antichi d'Italia, tanto che le immagini dei festaggiamenti si trovano raffigurate negli affreschi del Guercino (pittore locale), risalenti al 1615. I moderni festeggiamenti invece sono stati inaugurati nel 1990: quest'anno infatti si festeggia il ventennale.La manifestazione invaderà le strade della cittadina tutte le domeniche. Per informazioni più dettagliate sul programma visitate: http://www.carnevalecento.com

Carnevale di Putignano
Un altro carnevale con una lunga storia alle spalle quello di Putignano (provincia di Bari), che può vantare una tradizione lunga ormai più di 600 anni. Ancora oggi sopravvivono nell'ambito di questa festa riti antichissimi dai nomi suggestivi: come la “Festa delle Propaggini”, “La Festa dell’Orso”, il “Funerale di Carnevale”. Tutti questi riti simboleggiano fortemente lo spirito tradizionale del Carnevale Mediterraneo: il rovesciamento dei ruoli sociali, la sovversione delle regole sociali, la vitalità e la gioia dei riti dionisiaci retaggio della cultura della Magna Grecia. L’intera comunità partecipa attivamente a rinnovare ogni annoa questa sentitissima tradizione.

 

Ricette facili per Carnevale!


Carnevale di Ivrea
Un'altro carnevale storico che unisce storia e leggenda, con la presenza tradizionale di una serie di personaggi in costume: la Mugnai, il Generale e il suo Stao Maggiore, il Sostituto Gran Cancelliere, il Podestà, il corteo con le bandiere dei rioni rappresentati dagli Abbà, e i Pifferi e Tamburi. Tutti questi personaggi sono in realtà il frutto della rievocazione storica di un episodio realmente accaduta ad Ivrea, che si fa risalire al Medioevo: un barone che affamava la Città venne scacciato grazie alla ribellione della figlia di un mugnaio che non volle sottostare allo jus primae noctis e che accese la rivolta popolare. In questa rievocazione il Carnevale si rinnova ogni anno come grande Festa Civica durante la quale la comunità di Ivrea celebra la propria capacità di autodeterminazione. Proprio per questo nei giorni della manifestazione tutti i cittadini e i visitatori indossano il berretto frigio, un copricapo a forma di calza rossa, che è il simbolo dell'adesione alla rivolta popolare.  A ciò si aggiunge un altro suggestivo momento tradizionale: la battaglia delle arance. Tutti i  partecipanti alla manifestazione si sfidano lanciandosi arance: è anche questa una rievocazione simbolica della rivolta popolare.

gpt native-bottom-foglia-ros
gpt inread-ros-0
gpt skin_mobile-ros-0